BAND

Gli Ainur sono attualmente una delle più importanti realtà musicali del panorama tolkieniano mondiale: i loro dischi infatti sono incentrati sulla trasposizione musicale dei libri e delle opere di J.R.R.Tolkien.
La loro produzione discografica vanta ad oggi 5 album, From Ancient Times (2006), un viaggio simbolico all’interno de “Il Silmarillion”; Children of Húrin (2007), ispirato all’omonimo libro di J.R.R.Tolkien; Lay of Leithian (2009), completamente dedicato al racconto più caro al Maestro e cioè il lungo poema incentrato sulla grande storia di Beren e Luthien; The Lost Tales (2013), album acustico che ripercorre le gesta di Eriol ne “I Racconti Perduti”; War of the Jewels (2021), ispirato dall’11esimo volume della History of Middle-Earth e dalla creazione dei Silmaril e dalle guerre scaturite. Inoltre la band ha all’attivo 2 DVD, uno contenuto nell’edizione speciale di Children of Hurin ed uno completamente live dal titolo Progressive Rock Night, alla cui realizzazione ha partecipato Federico Alotto, noto regista di Torino. Tutti i lavori sono stati prodotti da Beppe Crovella e da Electromantic Music nel catalogo prog italiano.
A fine 2014 inoltre è uscito il loro primo singolo There and Back Again, ad oggi l’unico lavoro della band a rendere omaggio ad un’opera intramontabile di J.R.R.Tolkien: Lo Hobbit.
Gli Ainur utilizzano sempre una scrittura di tipo orchestrale avvicinando gli strumenti classici ai moderni strumenti elettrici affrontando di volta in volta generi e sonorità diversi per ricreare il complesso mitologico e cosmogonico di J.R.R.Tolkien.
Oltre ad una formazione stabile di 13 elementi si sono accostati nel tempo diversi ospiti fra cui l’Orchestra I Musici di San Grato diretta da Edoardo Narbona, Alessandro Cammilli del Teatro Regio di Torino, Alan Brunetta, Ferdinando Catalano e nell’ultimo album Ted Nasmith, Roberto Tiranti e Derek Sherinian.
Amano definire il loro lavoro come una Concept Work, un insieme di album concept che formano un’unica grande opera concettuale dedicata a Il Silmarillion.
La band partecipa annualmente ai grandi eventi fantasy del panorama italiano ed europeo e costituisce una realtà stabile nel mondo progressive italiano e nell’ambito fantasy in generale.

Gli Ainur sono:

I Testi degli Ainur sono scritti da:

Graphic, design, website:

  • Alessandro Armuschio
  • Cristiano Blasi
  • Luca Catalano
  • Dino Olivieri

Guests, ex-membri:

  • Gianluca Castelli: Composizione, Tastiere
  • Cecilia Lasagno: Arpa, Voce
  • Simone Del Savio: Composizione, Voce Baritona
  • Eleonora Croce: Voce
  • Barbara Bargnesi: Voce Soprano
  • Federica Guido: Voce
  • Leonardo Enrici Baion: Clarinetto
  • Urania Pinto: Voce
  • Chiara Garbolino: Flauto
  • Alberto Paolillo: Clarinetto
  • Alessandro Cammilli: Oboe e Corno Inglese
  • Gabriele Anselmetti: Tromba
  • Lunaecinque: Coro
  • Stefano Cuffaro: Violino
  • Andrea Di Salvo: Viola
  • Paola Torsi: Cello
  • Alan Brunetta: Percussioni, Glockenspiel
  • Ferdinando Catalano: Voce
  • Piera Dematteis: Voce Narrante
  • Fabrizio Iuliano: Voce Narrante

5 thoughts on “BAND

  1. Ciao ragazzi !
    dopo i capolavori Children of Hùrin e Lay of Leithian , a quando il prossimo album ?
    Sono anni che aspetto …
    Siete grandi musicisti. Grazie per la vostra meravigliosa musica !
    Maurizio

    1. Ciao Maurizio!
      A brevissimo avremo la data ufficiale di release del nuovo album! Rimani aggiornato iscrivendoti alla newsletter e ai nostri social! E grazie mille per i complimenti!!

  2. Adoro letteralmente Tolkien e amo il metal, rock, epico e ispirato alla letteratura. Comprero la vostra nuova opera

Rispondi a Francesco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.