Elena Richetta

 

Nome: Elena Richetta

Nascita: Ciriè, 15/12/1986

Ainur: Nessa

Strumenti e ruoli: Voce Solista, Cori, Testi, Coreografie

Bio: A 4 anni ho iniziato a ballare e si può dire che io non abbia mai smesso, pur avendolo in parte fatto in alcuni periodi della mia vita. La danza è stata la parte più importante della mia esistenza per lunghissimo tempo e mi accompagna ancora oggi.

Contemporaneamente, a 11 anni, ho deciso che avrei voluto suonare il pianoforte, ma, pur provandoci, ho ripiegato su una delle chitarre che possedevo in casa. Solo attraverso questo passaggio, e grazie a Sara, la mia insegnante di allora, ho scoperto la mia voce.

A 13 anni ho iniziato a cantare in una big band, gli Ex-Aequo, con cui ho proseguito fino ai 16 anni. Ho iniziato così a studiare canto moderno e nel 2005 ho conosciuto e sono diventata parte degli Ainur. Negli anni ho collaborato con numerose band, per cui e con cui ho composto e scritto diversi brani.

Da sempre amante della scrittura, nel 2005 è stata pubblicata una mia raccolta di poesie dal titolo “NOAGDIMA”.


Favoriti


Libri: L’ombra del Vento (C.R. Zafòn); A Song of Ice and Fire (G.R. R. Martin), Malaussène saga (Daniel Pennac); Saltatempo (Stefano Benni); Jane Eyre (Charlotte Bronte); Ossi di Seppia (E. Montale); Discworld saga (T. D. Pratchett); The B.F.G. (Roald Dahl)

Musicisti/Bands: Led Zeppelin; Foo Fighters; Nightwish; Ayreon; Metallica; Faith No More; Iron Maiden; Sia; Emiliana Torrini; Johnny Cash; Social Distortion; Mumford & Sons; AC/DC; Alanis Morissette

Movies: Star Wars saga; MCU movies; Stardust; Dragonheart; Oceania; The Dark Knight; The Goonies; The Lord of the Rings; Slevin

Serie: Game of Thrones; New Girl; How I Met Your Mother; House of Cards; The Mentalist; The Marvelous Mrs. Maisel; Once Upon A Time

Albums: Led Zeppelin IV (Led Zeppelin); Californication (R.H.C.P.); Mutter (Rammstein); There is Nothing Left to Lose (Foo Fighters); Aqualung (Jethro Tull); Rumors (Fleetwood Mac); Innuendo (Queen); All the Right Reasons (Nickelback); Fallen (Evanescence); Bless the Child (Nightwish); The Black Album (Metallica).

Elena e Tolkien: L’ho conosciuto la prima volta durante gli studi di letteratura inglese a scuola e dalla biblioteca scolastica, dove si trovava una copia piuttosto malridotta de Lo Hobbit. Dopo l’uscita dei film mi sono appassionata e ho iniziato a leggere i libri, soffermandomi soprattutto sulle splendide analogie e i rimandi alla mitologia norrena, altra mia grande passione. Ho sempre amato i mondi fantastici e le saghe, e ovviamente non poteva mancare l’universo meraviglioso e magico creato dal Professore.


Social Networks/Contatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.